Un giorno speciale

E' vero. Oggi per me è un giorno speciale.

Incastonata fra le mille corse che fanno parte di ogni giornata, in questa serata suonerò per la prima volta dal vivo.

Non so se succede a tutti ma a me, ogni volta che faccio qualcosa di nuovo, per bella che possa essere sento sempre il fango che mi trattiene dai piedi. Come se ci fosse sempre una vocina dentro che mi dice "ma chi te lo fa fare? si sta così bene nella tranquillità del tran tran quotidiano, senza rischiare nulla, senza fare qualcosa di nuovo. E se poi va male?".

E' come se la palude fosse un po' dentro di me. Come se la limpidezza dell'acqua, che scorre, che ogni momento si rinnova, fosse ogni volta trascinata dal fango a fermarsi.

Ogni volta cercare un cambiamento, piccolo o grande che sia, mi richiede un po' di fatica e quel poco di coraggio di cui sono capace.

Ma l'acqua che scorre, limpida, fresca, trasprente... è troppo bella!

Scrivi commento

Commenti: 0